Cerca nel sito

Vita parrocchiale

Domenica 15 maggio, nel corso della S. Messa delle 10:30, per l’occasione celebrata all’aperto sul sagrato della chiesa, animata da rappresentanti dei tre cori parrocchiali, come nelle grandi occasioni, e presieduta dal vescovo Michele Tomasi, con accanto il “nostro” vescovo Fernando Mason oltre ai nostri sacerdoti (don Antonio, don Giovanni, don Aldo e don Leone), c’è stata la benedizione delle campane, ritornate a casa dopo l’intervento di restauro.

Mentre ripercorriamo con il cuore e la mente, i momenti salienti delle nostre due Scuole dell’Infanzia di Loreggia e Loreggiola sugli eventi di questo ultimo periodo, scaturisce un GRAZIE veramente di cuore al Signore perché, nonostante la particolarità che ha contrassegnato il mondo in questi due anni, le nostre Scuole hanno potuto svolgere con frutto la loro attività educativa a favore dei piccoli. Nel corso di quest’anno scolastico i progetti pianificati con impegno sono stati realizzati con vitalità da tutti. Passo dopo passo abbiamo costruito la nostra casa del cuore “sulla roccia” con fiducia, collaborazione e scelte valoriali (Mt 24-27).

Festa finale scout - Presentazione progetto educativo

12 giugno 2022, è stata una data importante per noi del gruppo Scout del Loreggia 1, si perché abbiamo concluso le attività in vista di quelle estive. Avventure estive che porteranno il Branco della “Roccia azzurra” a Bosco di Tretto (Vi), Il reparto “Orizzonte” a Erto (Pn) e il Clan dei “Viaggiatori Liberi” a Trichiana (Bl) passando per L'Alta Via del Tabacco.

La parte del leone, della giornata, è stata la presentazione del Progetto Educativo 2021-2025, rimasto nel cassetto per un anno per via delle restrizioni covid-19. Con i ragazzi abbiamo sempre fatto attività durante l’anno, rispettando tutte le regole ma ritrovarsi con i genitori è stato più complicato.

LIBERTYCITY: UNA CITTÀ POSSIBILE

Sabato 4 giugno i lupetti del branco della Roccia azzurra in sella alle loro biciclette hanno raggiunto Resana per trascorrere la prima uscita dell’anno! 

Il sole cocente non ci ha fermati e dopo una buona merenda abbiamo scoperto le tanto attese “Specialità”, ovvero degli ambiti che i lupetti vogliono approfondire e su cui, durante le Vacanze di Branco, daranno dimostrazione di cosa hanno imparato, mettendolo a servizio anche degli altri fratellini e sorelline. Con l'aiuto di Raffaele abbiamo seminato delle carote e abbiamo così conosciuto la specialità di botanico, con l'aiuto di Sara invece, tramite in simpatico gioco sulla raccolta differenziata, abbiamo scoperto la specialità di ripara&ricicla. 

ZOOTROPOLIS! 

Domenica primo maggio il prato Wollemborg si è tinto d'azzurro come, con grande sorpresa, il cielo di quel giorno! Il nostro Branco della Roccia Azzurra ha infatti vissuto la Caccia di Primavera, un evento che coinvolge i 13 gruppi scout della zona di Castelfranco Veneto per un totale di circa 300 lupetti.

Al nostro arrivo, dopo esserci divisi nei sottocampi (forza Lontre!), abbiamo conosciuto la coniglietta Judy, la quale ci ha chiesto di aiutarla a dimostrare di avere tutte le capacità per diventare degli ottimi poliziotti a Zootropolis.

Divisi per branchi misti, sparpagliati per tutto il prato Wollemborg, i nostri giovani cadetti della scuola di polizia hanno sfruttato il loro intuito per interrogarsi su quale animale fossero, hanno potenziato la loro vista e la loro memoria, e hanno cercato di risolvere il caso misterioso del fiore scomparso sfruttando le loro capacità.

Domenica 3 Aprile a Galliera Veneta si è tenuto il “San Giorgio 2022”, uno degli eventi più importanti del mondo scoutistico: un grande incontro che ogni anno è tappa fondamentale per le giovani Guide e i giovani Esploratori che fanno parte del nostro movimento scout Agesci.
Noi del Reparto “Orizzonte” del Loreggia 1 ci siamo preparati alle 7.00 del mattino in attesa che arrivasse la corriera che ci avrebbe portato al parco Baden-Powell dove avremmo incontrato tutti gli altri ragazzi scout dagli 11 ai 15 anni della nostra zona, quella di Castelfranco Veneto. La zona Agesci di Castelfranco che va dalla pedemontana, partendo quindi da Cavaso e Cornuda, fino all’alta padovana, arrivando così finanche a Camposampiero.
Il tema centrale di quest’anno era quello CAVALLERESCO, infatti molti scout si sono presentati vestiti da cavalieri con costumi “fai da te” già dal primo mattino, provenienti da tutti i reparti della zona di Castelfranco.

Pagina 1 di 25