Cerca nel sito

Rover / Scolte Scout

Sabato 30 aprile 2022 il Clan dei "Viaggiatori Liberi" e il Noviziato “Fenice” si sono ritrovati in piazza a Loreggia per una serata non da poco, la famosa “Salita al Clan”.

La serata è iniziata con la Santa Messa delle 19:30 per proseguire con un momento conviviale nel gustare una pizza speciale (diversamente richiesta diciamo così).

Ma il punto centrale della serata è iniziato poco dopo, dove i “fratelli maggiori” del Clan con delle attività ci hanno illustrato i punti della Carta di Clan nei punti di Fede, Servizio, Strada, Comunità, e Scouting.

Nel punto FEDE da bendati ci siamo fidati gli uni degli altri lungo un tortuoso percorso. È un punto fondamentale da coltivare all' interno del gruppo, sapere di poter fare affidamento su Dio e sui nostri coetanei ci dà la forza di affrontare le difficoltà.

Quando iniziano le attività scout, il Clan dei Viaggiatori liberi del Loreggia 1 si trova subito di fronte alla scelta più difficile dell’anno: quale tema scegliere per il Capitolo? Deve essere qualcosa di vicino a noi, attuale e interessante, ma non è una scelta facile quanto sembra. (Il Capitolo è lo strumento di discussione dei temi scelti suddiviso nel Vedere, Giudicare e Agire).

Quest’anno, invece, senza tentennamenti, abbiamo deciso di puntare su un concetto solitamente così astratto da sembrare lontano, ma che, per noi, all’ultimo anno di superiori, al primo di università o all’inizio della carriera lavorativa, tanto lontano non è, ossia, il futuro dei giovani.

Noi del Clan dei Viaggiatori Liberi quest’estate, abbiamo deciso di fare qualcosa di diverso e abbiamo accettato una sfida, che ci portavamo dietro dall’anno scorso, incentrata sul fenomeno della mafia (nel nostro caso la camorra) partecipando ad un campo organizzato da Libera a Casal di Principe (Ce).

Per chi non ne fosse a conoscenza, Libera, associazioni numeri e nomi è una associazione, fondata da Don Luigi Ciotti, con lo scopo di sollecitare la società civile nella lotta contro la criminalità organizzata e favorire la creazione di una comunità alternativa.

Abbiamo scelto questo posto proprio perché è stato il fulcro della nascita e lo sviluppo del famigerato Clan dei Casalesi: eravamo molto curiosi di vedere con i nostri occhi e verificare se fosse come è sempre stato descritto in TV o sui giornali.

Nel weekend tra il 22 e il 23 Maggio per noi scout appartenenti alla branca RYS si è svolto il S. Paolo. Per tutti coloro che non lo sapessero il S. Paolo è un’occasione di ritrovo e coinvolgimento tra i vari gruppi scout della zona, in particolare quest’anno ci siamo ritrovati con il clan del Camposampiero 1 e quello del Castelfranco 3. Il tema era quello dell’ambiente e della sostenibilità che sono stati affrontati in due giornate separate causa direttivi Covid.

Pagina 1 di 6