Cerca nel sito

Le nostre parrocchie come "fontana del villaggio"

La stagione dell’estate sta iniziando e ancora una volta le nostre parrocchie mettono in campo le loro energie per far vivere ai nostri giovani, ragazzi e bambini, esperienze che li possano aiutare nel cammino della vita. Esperienze che rimarranno impresse per sempre nella loro esistenza.

Si inizia con il Grest. Un’avventura che coinvolge bambini e ragazzi dalla seconda elementare alla seconda media. Finita la scuola ci si tuffa nei laboratori per imparare a cucinare, a lavorare il legno, ad assemblare vari materiali. La creatività la fa da padrona. I giochi, le sfide, le gite, le camminate sono il carburante per vivere con intensità ogni momento. Gli animatori, giovani delle classi superiori, sono l’anima di questo momento magico che durerà due settimane.

Terminato il Grest, iniziano i Campiscuola. Dalla terza media alla quinta superiore i nostri giovani vivranno una settimana insieme in varie località italiane. Si è lontani da casa e tutto diventa novità, scoperta e mistero. Non è la solita routine, il solito tran-tran. È il ritrovare la voglia di vivere, il gusto di riscoprire se stessi, la bellezza del creato. È “si è in tanti e insieme”. Si è con gli amici. È un momento in cui si condivide la gioia dello stare insieme, il sudore del cammino, la fede semplice, quello che siamo. È la scoperta di essere una “grande famiglia”.

Con loro educatori straordinari. Giovani intrepidi e generosi, sgobboni e gioiosi, simpatici e disponibili. Sono i fratelli maggiori che conducono passo passo gli “avventurieri” al successo dell’impresa. Esperienze che aprono la strada e ci indicano dove trovare la pienezza della vita.

La comunità di Loreggia sarà poi coinvolta nella festa di S. Rocco, nostro patrono. Com’è ormai tradizione lunedì 15 agosto celebreranno gli anniversari di matrimonio, rinnovando con gli sposi le promesse, e renderanno grazie al Signore per il dono delle famiglie. Con loro ci saranno anche don Ruggero Gallo e padre Adriano Pelosin. Cinquanta anni fa sono diventati preti e faranno memoria di questo lieto evento che è stato una risposta generosa alla chiamata del Signore. A loro il nostro grazie per la testimonianza data e per il bene compiuto nelle loro comunità.

Le nostre parrocchie sono ancora la “fontana del villaggio” dove le persone possono attingere l’acqua della vita, dove ritrovare speranza e riprendere con gioia il cammino dell’esistenza.